Nel corso degli ultimi 20 anni abbiamo collaborato con INFRA.TO SpA occupandoci di seguire le fasi di realizzazione della Metropolitana Automatica di Torino della Linea 1, fornendo supporto per la progettazione della Linea 2 e per le attività di adeguamento apparati di sistema.

La linea 2 con la sua configurazione a “Y”, collegherà 32 stazioni attraverso un percorso complessivo di 27 km, suddiviso in tre tratte principali: una centrale di 16 km che prevede 23 stazioni, partendo da quella di Rebaudengo a quella di Anselmetti; un prolungamento sud, che da quest’ultima stazione conduce fino a Orbassano collegando 5 stazioni attraverso un percorso di 6 km; un prolungamento nord della stessa lunghezza che con 4 fermate permette di raggiungere Pescarito/S. Mauro.


Attualmente è in fase di redazione la progettazione definitiva per il tratto da Stazione Rebaudengo a Stazione Politecnico per un totale di circa 9.5 km, comprenderà 13 Stazioni e un Deposito/officina. Collegherà l’ospedale San Giovanni Bosco e i centri universitari del Politecnico, Campus Einaudi e Palazzo Nuovo.

La Linea 1 ha costituito uno dei punti fondamentali del programma di miglioramento del sistema del trasporto pubblico di Torino. I 29 treni VAL208 (automatici gomma su ferro), leggeri, frequenti e senza conducente per ridurre al minimo i tempi d’attesa e adattare il servizio alle esigenze delle diverse fasce orarie, percorrono una galleria di 15,1 km in appena 25 minuti, collegando il parcheggio di interscambio di Fermi (Collegno) con il “cuore” di Torino, le stazioni ferroviarie di Porta Susa e Porta Nuova, il polo ospedaliero delle Molinette, il centro multifunzionale del Lingotto, il Grattacielo della Regione Piemonte e piazza Bengasi, a confine con Moncalieri.


I lavori di realizzazione iniziati nel 2000 sono stati suddivisi in più fasi. La prima fase, con l’arrivo a Porta Nuova, si è conclusa a febbraio 2006 in concomitanza con i Giochi Olimpici Invernali – Torino 2006. Ad aprile 2021 viene inaugurata la Stazione Bengasi.

Contestualmente ai lavori di costruzione del prolungamento della Linea 1 verso ovest, è stata lanciata la gara per l’affidamento dei lavori di migrazione del sistema di segnalamento della marcia dei treni da analogico VAL a digitale CBTC (Communication based train control). La nuova tecnologia consentirà dal 2025 anche l’inserimento in linea di nuovo materiale rotabile (4 unità) completamente rinnovato necessario per garantire l’attuale frequenza con l’estensione della linea fino a Cascine Vica.